Pin It

COOKING RELIGION
La cucina come identità

 DI ELEONORA MARINO

 CREAZIONE 2006

 

 


cook-rel-teaser

 

 

 

"Cooking religion è  un inno al piacere del cibo e alla poesia dei gesti quotidiani"  Ansa 

"Siamo in cucina… e siamo contemporaneamente a teatro: grande magia… questo delizioso spettacolo… bisogna vederlo".  La Stampa

“L’Ecclesiaste e gli gnocchi sono solo due dei molteplici ingredienti abilmente mischiati da Eleonora Marino… La parola non è l’unico linguaggio di scena. Ci sono il corpo, la danza, il movimento, un video proiettato sulla tovaglia…” Slowfood

« Avvolti dagli effluvi d’aglio, cipolla e pomodoro, gli spettatori assistono alla preparazione, in diretta e sotto i loro occhi, di un piatto di gnocchi come li facevano le nostre nonne ». Il Gazzettino

"Una creazione che parla della perdita d’identità, della perdita del rito e della loro importanza attraverso la metafora della cucina". Focus

 

 

  • cooking-spectacle-01
  • cooking-spectacle-02
  • cooking-spectacle-03
  • cooking-spectacle-04
  • cooking-spectacle-05
  • cooking-spectacle-06
  • cooking-spectacle-07
  • cooking-spectacle-08
  • cooking-spectacle-09

 

TESTO, REGIA, SCENOGRAFIA E VIDEO: ELEONORA MARINO
MUSICHE : MICHELE TADINI
CO-REALIZZAZIONE SCENOGRAFIA E VIDEO : MASSIMO NEGRI
CON : VALERIE ALANE E ELEONORA MARINO
LUCI E AUDIO : MATHIEU BOUILLON

 

Immagini, frammenti di vita, personaggi, evocazioni di una storia passata, che appaiono  si sviluppano e si dissolvono.

 

Nato nel 2006, questo spettacolo é il punto di partenza del progetto « Cooking-il percorso ». Fondendo teatro, danza, video e cucina in diretta, propone un nuovo sguardo  sulla materia poetico-culinaria e le sue metafore.

Performance del gusto, gusto della performance: la preparazione di un piatto,   invita ad un viaggio sensoriale, uditivo, olfattivo e visivo e ricorda, all’epoca dei surgelati e dei cibi in scatola, il valore spirituale del rito della Cucina.

Tagliatelle, tagliatella nervata, tempestine, tempesta, torciglioni, torta di vermicelli, tortellini ... la lista interminabile delle varietà di pasta testimonia una diversificazione della cucina italiana e delle sue radici locali e ne riflette la frammentazione culturale storica e linguistica. Una cucina profondamente legata alla religione, tale da diventare lei stessa una religione, fino al punto che i tempi di cottura sono misurati in « Ave Maria »… La perdita d’identità culturale e la percezione del tempo moderno sono evocate attraverso la metafora della cucina.

La Cucina... luogo di trasformazione della materia, unico e senza tempo. Luogo di preghiera. Luogo di consumazione. Luogo di potere. Luogo di vita e di morte.

 

Con il sostegno di : 

logo-cooking-spectacle-02     logo-cooking-spectacle-01      logo-emtheatre

e Fondation Lauren Pickard Paris Celebration Series